• Uncategorized

    L’essenza di te

    Era uno di quei profumi che restano nei tuoi ricordi. Puoi non sentirlo più, ma quando l’immagine del suo volto si affaccia nella mente, ecco che quel profumo colpisce in pieno. Stordisce e lasci che si confonda con le tue lacrime. Come per averlo ancora più vicino.   foto dal web

  • Uncategorized

    Gli occhi del mondo

      Era ferma. Immobile. In quella posizione di ghiaccio. Attorno a lei, il caos. Di quelli confusionari, che ti distraggono e invece lei era lì. Stabile. Muta. Faceva più rumore il suo silenzio. E in quel mutismo c’era tutto. La paura, la rabbia, la desolazione, la tristezza, l’angoscia, il dolore. Ma i suoi occhi, oh signori!… In quegli occhi c’era il mare, il cielo, la forza, la voglia di vivere e combattere. C’era la rinascita. C’era la speranza. Quegli occhi stonavano. Erano la nota fuori pentagramma. In quella donna, i suoi non erano occhi qualsiasi… Quelli erano gli occhi del mondo.   Acrilici su tela di Anna Lamonaca

  • rubrica letteraria

    Profumo di Zucchero e Vaniglia di Elena Ungini

    Per la rubrica “Quattro Blog per un Autore” , vi presento oggi Elena Ungini e il suo romanzo Profumo di Zucchero e Vaniglia. Ecco a voi la sua copertina: Trama:Chiara ha ventidue anni, una figlia piccola ed è sola da quando il suo fidanzato, alcolizzato e violento, l’ha lasciata. Decisa a trovare un lavoro, frequenta il corso serale per diventare pasticciera. Quando inizia a lavorare nella pasticceria di Stefano, suo ex compagno di scuola, si rende conto di provare per lui un’attrazione fatale che il giovane non sembra ricambiare. Del resto, lui sta per sposare Lucia, con la quale è fidanzato da due anni. Ma Chiara è dolce, simpatica, avvenente…

  • Uncategorized

    Come un seme

    Cosa ci appartiene di questa terra? Non siamo forse noi suoi ospiti? E se fossimo nuovole passeggere in cerca di un sole da inseguire? Che sia lieve il respiro del vento! Che sia dolce l’abbraccio del cielo… Che sia silenzioso il richiamo della terra…

  • Uncategorized

    Come l’autunno

    Adagiati piano, assaporando gli istanti che ti separano dal suolo. Sii come le foglie ingiallite dal tempo. Ritorna alla terra con la lentezza di chi conosce già la fine della sua storia. Soffermati ad ascoltare il vento e lasciati condurre tra cielo e terra. Filtra la luce tra l’ieri e il domani. Permetti al sole di illuminare il tuo destino e agli ostacoli di diventare più arguto. Adagiati piano, fino a posarti e a raggiungere il riposo infinito. Foto di Carolina Palma

  • rubrica letteraria

    Natasha: il vaso dei ricordi di Savina Contu e Valentina Puddu

    Come ogni Lunedì torna la nostra rubrica Quattro Blog per un Autore e stamattina vi presentiamo questo romanzo scritto a quattro mani! NATASHA: IL VASO DEI RICORDI TRAMA : Natasha: il vaso dei ricordi è un romanzo sentimentale arricchito da sottili e divertenti passaggi comici, nonché da elementi tipici delle spy story. Un genere letterario ibrido, dunque, poco ordinario, come d’altronde il racconto stesso. La protagonista, Edda, è una giovane ragazza sarda in cerca di lavoro a cui la vita riserva una serie di innumerevoli sorprese, tra un colpo di scena e l’altro. La sua storia sarà segnata dalla caduta di un vaso sulla sua testa che le costerà la…

  • Ricettario

    French Toast classici

    Se mi seguite su Instagram sapete che la colazione è il mio pasto preferito, durante il quale mi coccolo e mi sbizzarisco con nuove ricette. Non riesco in alcun modo a mangiare sempre le stesse, per questo mi piace moltissimo variare e prepare ricette sempre diverse e appetitose. Non sono amante della colazione salata, preferisco coccolarmi con qualcosa di dolce. Mi mette buonumore e affronto la giornata decisamente più carica! Oggi vi parlo dei French Toast. Ci sono diverse varianti, ma quella di oggi è la ricetta classica! Bastano pochissimi ingredienti: pancarrè o panbauletto (integrale, classico, ai cinque cereali) un uovo (o mezzo bicchiere di albumi) un po’ di latte…