Narrativa

Battito d’ali

Giovanna si perdeva tra il richiamo del cuore che la spingeva tra le braccia di un amore disperato, e il fuoco del corpo che bramava di desiderio verso quel corpo troppo simile a lei. La mente confusa, spaventata, impaurita, respingeva ogni impulso. Fingeva. Quello che le stava accadendo, forse, era il frutto di un sogno, di un momento di pura scoperta, ma non era così. Giovanna pensava. Giovanna si poneva tante domande. Giovanna si guardava allo specchio e non capiva. Perchè le stava accadendo tutto questo? Perchè lei? Perchè provava quelle emozioni? Il vortice di emozioni che si era impadronito di lei, aveva un paio di occhi dallo sguardo di gatto, due mani perfette laccate di rosso, un sorriso radioso tinto di ciliegia. Negare non sarebbe servito. Ribellarsi avrebbe ferito. Passò il tempo, si accettò. Giovanna era in pace, tra quelle braccia. Giovanna era la donna che aveva la forza di essere se stessa.

Giovanna amava Paola.

Giovanna si lasciava andare al richiamo del cuore, spense le parole della mente, dando tutte le risposte che avevo conosciuto. 

La musica faceva da sottofondo, mentre Paola si perdeva negli occhi di Giovanna. Era la donna più bella che avesse mai visto… la purezza e il candore del suo sguardo erano totalmente disarmanti. Non aveva paura, non aveva dubbi, nutriva solo tante speranze. Che diventasse sua, che l’amasse, che si innamorasse di lei. Come poteva capire se anche lei la guardava con la stessa intensità con cui la desiderava lei stessa? Poteva provarci senza rischiare di essere respinta? Fu uno schiocco di dita, un battito di ali, il suono di un campanello, lo squillo di un cellulare… e l’amore è amore. L’amore non ha bisogno di troppe parole, di situazioni strambe, di complicazioni troppe complicate. A volte l’amore si ingarbuglia, ha bisogno di compiere passi più lenti o di rendere più appetitoso un incontro. L’amore è un attimo fuggente o una lunga vita insieme. Per Paola, l’amore fu il sorriso timido di Giovanna. Paola rischiò. Andò contro ogni barriera sociale, emotiva. La conquistò.

Paola e Giovanna si tennero per mano, per tutto il tempo in cui si amarono.

 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: