• Uncategorized

    L’evoluzione

    Avevo chiuso gli occhi per guardare con il cuore. Avevo taciuto per far parlare le emozioni. Avevo cercato risposte attraversando le domande. Quanto può far male restare immobili ? Quanto può spegnarci la staticità? Coltivai le mie anime e mi riscoprii più forte.

  • Uncategorized

    La solitudine che fa bene al cuore.

    In un angolo, a piangere le lacrime che ho stretto nel mio corpo a lungo, e scivolano via da me. Fanno male come se mi pugnalassero al cuore ripetutamente. E vanno via, come se fosse l’addio che non ti ho dato. E vanno via, come se fosse l’ammissione di un fallimento. Si frantumano i sogni perchè distruggo i cassetti. In un angolo, a tirare pugni contro il muro per sentire ancora un po’ di dolore. Fanno male le mani, fanno male le dita perchè il mio corpo grida ancora vita mentre la mia mente vuole solo morire. Ti aggrappi a un pensiero, al ricordo di quelle vite… Ti aggrappi a…

  • Uncategorized

    Senza abiti

    Quando non si ha nulla da dire o da scrivere, c’è il silenzio. Meglio tacere e non parlare di cose che non hanno senso. Scrivere è un’arte che nasce da dentro, che spinge a uscire dal proprio animo, quando con forza, determinazione e voglia, vuole gridare qualcosa al vento.  Scrivere è il sussurrare beato che accarezza il cuore. Scrivere è l’urlo di un terremoto che si vive dentro. Scrivere è mettersi a nudo.

  • Uncategorized

    Giorni grigi

    Nei giorni grigi come questi, dove la luce filtra opaca attraverso le nuvole, appare tutto più piatto del solito, come se fossimo intrappolati in un cerchio senza sbocchi. Giriamo in tondo, in questa vita, affrettati nei nostri passi, alla ricerca smaniosa di qualcosa che non ci appaga mai totalmente. Ingolositi da una fame di ricchezza, di conquista che ci lascia sempre con la bocca asciutta. Non siamo mai sazi. Oggi, tanto per cambiare, in questi colori che non sono nè bianco nè nero, le nostre azioni si compiono un po’ a rallentatore: il barista porge lentamente la tazzina di caffè al suo cliente abituale, il fruttivendolo che pulisce i cavoli…

  • Uncategorized

    Gentildonna

    Indifesa, come la notte. Gelide ali che stringono il buio. Sola, spaventata. Al riparo dalla luna, in attesa. Avvolta tra misteri e silenzi. Indifesa, come la notte. Come un occhio vivo che vigila sulla vita.