• Uncategorized

    L’evoluzione

    Avevo chiuso gli occhi per guardare con il cuore. Avevo taciuto per far parlare le emozioni. Avevo cercato risposte attraversando le domande. Quanto può far male restare immobili ? Quanto può spegnarci la staticità? Coltivai le mie anime e mi riscoprii più forte.

  • Uncategorized

    E cerco te

    Passi via, come nuvole soffiate dal vento e voli lontano tra rondini migratrici e primavere appena sbocciate. Dentro ogni solco, cerco le tue orme immaginando di averti ancora qui con me. Forse è più facile desiderarti nel mio presente. Forse è più semplice guardarti da lontano. Alzo gli occhi al cielo e sogno te. Tu che sei il profumo di amore, il caldo di un giorno di fine settembre. Tu, che vibri tra un bacio e una risata gioiosa. Tu, che sei … E ti confondi tra la pioggia. E passi via, come un temporale d’estate, come una lacrima che ho urlato in un momento di dolore.

  • Uncategorized

    La semplicità felice

    Il tempo sembra essersi fermato. Ricordi affollano, emozioni riaffiorano. E’ irreale e per questo magico, eppure è vivo. Questo attimo che racchiude tutta la semplicità della nostra vita, e non c’è folla, frenesia, affanno. Le cose semplici, le gesta normali di chi vive la quotidianità assaporandone i secondi, i minuti. Lontani da uno spazio virtuale che inghiottisce il mondo. Possiamo ancora conquistare la possibilità di un’esistenza autentica: il sole che ci bacia il viso, il mare che canta per noi, il castello che ci avvolge, l’autenticità di un attimo, di un compito abituale come fare la spesa, i contatti umani ancora vivi e un marito con la sua compagna di…

  • Uncategorized

    Fiamma nel buio

    Una candela accesa nel buio della notte e sogni di speranza per l’attesa di un giorno migliore.Una candela vibrante che, di man in mano, passa di cuore in cuore per illuminare le menti.L’umanità si spegne lentamente mentre l’ultima fiamma di gioia cerca di alimentarsi nella forza di un abbraccio.

  • Uncategorized

    Il fiore nero

    Lentamente il germoglio nasceva tra un filo d’erba spento e un ciottolo bruciato dal sole. Si aggrappava alla vita nel rinascere, tempo dopo tempo, per non perdere quel barlume di luce. Lentamente si spegnava l’amore, per respingere la fugace voglia di vita. E nel torpore di un lago sporco di morte si allontanava per un ristorno eterno.

  • Uncategorized

    Lo specchio dell’anima

    Fanciulla, che ti specchi nell’imperfezione curi l’anima con dedizione. Ti affanni per donare sorrisi e baci, ma per te, piangi e taci. Fanciulla, che ti specchi nell’altrui cuori vivi sognando favole a colori. Ricerchi giustizia e pace, così ogni dolore si spegne e giace. Fanciulla, che nei tuoi occhi cerchi felicità accendi la luce e brilla di intensità.

  • Uncategorized

    E fu freddo

    Brucio di fuoco ardente, nell’animo flebili scintille muoiono lentamente… Si spegne il sorriso, dorme sconfitto il cuore. Mille luci, come candele morenti, sussurrano addii piangenti. Il cielo, ricoperto di stelle, avvolge il corpo giacente della madre. E fu notte. E fu buio. E fu silenzio. E fu freddo.

  • Uncategorized

    Liviana Ceccarelli – Petali d’anima e carne

    Buongiorno amici di penna, ecco a voi Petali d’anima e carne di Liviana Ceccarelli ( Edizioni La Gru) che sarà presente all’evento di Roma dell’ 11-12-13 Ottobre . IL LIBRO | Non è solo il corpo ad aver bisogno di essere nutrito, ma anche l’anima, ed è solo sfogliandone i petali dolorosi che si riscopre e rinsalda la scintilla di eterno che abbiamo dentro. Petali d’anima e carne si può sfogliare, un petalo dopo l’altro, come la corolla di un fiore che si ricompone a terra, capace di ricostruirsi ripartendo da ciò che resta. Petali d’anima, perché di questa stessa consistenza sono fatte le ali degli angeli. Petali di carne, perché di questo siamo fatti noi e…