• Uncategorized

    Come l’acqua

    Il mio problema è che sono trasparente. Sono uno di quei tipi a cui si legge tutto in faccia; le espressioni sono un quadro dipinto che parla da solo. Se sono triste, arrabbiata, delusa, infastidita, felice è tutto limpido. Lo vedete. Non sono in grado di nascondere le emozioni e questo mi ha reso spesso vulnerabile, perchè la mia sensibilità, altro mio problema, mi ha fatto incassare molti colpi dolorosi. Non tutti sono in grado di comprendere quanto delle parole dette in un certo modo possano ferire e se magari io conto fino a dieci prima di parlare, gli altri, se devono ferirti lo fanno, semplicemente perchè lo vogliono. Il mio…

  • Uncategorized

    L’incompiuto

    Come è possibile pensare che un cielo terso possa macchiarsi di paure? Come è possibile desiderare che muti il sogno per paura di cadere? Come è possibile camminare di notte mentre il buio si accende di ricordi? Immagina di volare, per una volta. Immagina di poter guardare il mondo dall’alto. Cosa vedresti? Cosa vorresti vedere? Null’altro che te, che ammiri la limpidezza dell’infinito. Null’altro che te, che vivi il tuo sogno. Null’altro che te, mentre balli di notte sulla note di quella canzone di dieci anni fa.

  • Uncategorized

    Donna sola

      Basterebbe chiedere “Ciao, come stai?” … Basterebbe scriverti un messaggio , provare a telefonarti, provare a lasciarti un biglietto? Basterebbe cercare di incontrarti per strada e fermarti? Basterebbe chiedere “scusa”, dopo tanti anni? Basterebbe guardarci negli occhi per un secondo e ricordare tutto l’amore che abbiamo provato ? Basterebbe restare cinque minuti in una stanza per parlare, litigare, ridere, restare in silenzio? Forse no, e la paura di quel no lascia tutto immutato. E’ passato del tempo e non ho mai smesso di pensarti. Non ho mai smesso di immaginarti al mio fianco nei momenti in cui ho pianto, ho provato dolore e solitudine. Non ho mai smesso di…

  • Uncategorized

    Tic Toc

    Ghiaccio e gelo nel respiro di un angelo perso tra ricordi e vita. Passato e presente si mescolano tra malumori e paure. Sonno e veglia per contemplare pensieri offuscati e parole definite. Tempo, beffa di una vita ci trafigge con il suo scandire.