• Uncategorized

    La testa tra le nuvole

    Quando c’è il sole, esco. Il problema non sono le nuvole, la pioggia o il freddo. Il problema del restare chiusi in casa risiede nell’opacità di giornate ripetitive che si susseguono senza armonia o stimoli. Quando c’è il sole, esco. Eppure nonostante il calore sulla pelle, l’azzurro limpido del cielo uscire non fa la differenza se il tuo animo resta ugualmente spento. La differenza sta nel tuo spirito. Anche un giorno di pioggia può regalarti un’emozione o insegnarti una lezione di vita. Anche se c’è il sole non è detto che sia un giorno migliore. Le condizioni climatiche risiedono, per lo più, nella nostra testa. Quando piove, io esco.

  • Uncategorized

    Mare

    Ti fisso a lungo, mare, per avere quel dialogo intimo e riservato. Tra di noi, non parole o chiacchiere inutili, ma sguardi carichi di intese. In questo mutismo espressivo si racchiudono tutti i miei pensieri e tutte quelle domande a cui solo tu sai dare risposta. Mare, profumo di amore. Che tu sia arrabbiato e in tempesta, o dolce e quiete sei lì per me. E mi parli. E inghiottisci le mie urla e i miei dolori. Tra di noi abbracci avvolgenti e sentimenti sinceri. Tu non mi tradisci, non mi aggredisci, non mi giudichi. Accogli le mie pene, le mie gioie, le mie malinconie, i miei successi e fallimenti.…

  • Uncategorized

    Ho perso i colori

        Sentii il fruscio del vento, la sua voce calda che mi sussurrava delicato il dolore che viveva. Vidi il sole spegnersi e il cielo versare lacrime sporche di rabbia. Mi racchiusi nel mio silenzio, come tutte le volte che provavo nostalgia di quegli abbracci così confortanti. Lasciai che il mio animo rispecchiasse il clima di quei giorni. Lasciai che i capelli venissero scompigliati dalle folate di vento e lasciai che le mie lacrime si confondessero con la pioggia. Camminai verso l’orizzonte in cerca di un colore per disegnare il sole e spegnere la tempesta. Condussi i miei passi in direzione di un’emozione che non provavo da tempo, eppure…

  • Uncategorized

    Raggi d’amore

    Il sole insegue la luna, muore ogni sera tra le braccia azzurre del mare. Si spegne lentamente. Con lo sguardo rivolto verso il cielo un ultimo raggio di luce per dirle addio. Fugge via nell’oscurità nella solitudine di un cielo senza stelle, la luna. E nell’attesa di rivedersi ancora insegue il sole. Lo attende per un attimo fugace di amore. E sopravvive per quel saluto dolce e amaro per poi dissolversi nella luce. E fugge ancora via.  In uno spazio che non ha visibilità, In un tempo che non ha ore. Nel continuo cercarsi e perdersi vivevano l’uno nell’attesa dell’altro.

  • Uncategorized

    Come un seme

    Cosa ci appartiene di questa terra? Non siamo forse noi suoi ospiti? E se fossimo nuovole passeggere in cerca di un sole da inseguire? Che sia lieve il respiro del vento! Che sia dolce l’abbraccio del cielo… Che sia silenzioso il richiamo della terra…